Ambraliquida L’Erbolario

Ambraliquida L’Erbolario

ambra liquida l'erbolario

Sono decisamente stupita da Ambraliquida, un’ acqua di profumo de L’Erbolario. Fragranza a parte, che rispecchia appieno quelli che sono in miei personali gusti in fatto di profumi, devo ammettere (e con piacere) che a differenza di altre acque di profumo dello stesso marchio da me provate e delle quali ho purtroppo dovuto rilevare la scarsa (se non addirittura inesistente) persistenza, con questa trovo conferma alla classica eccezione che conferma la regola. Persiste, e per parecchie ore. L’ho indossata la sera verso le 19, ho continuato a percepirla per tutta la serata, e addirittura ne ho avuto netto sentore la mattina al risveglio. 

La fragranza

Detto questo, provo a descrivere la fragranza. Partiamo dal presupposto che la profumazione è caratterizzata dall’Oriente: speziata, talcata, soffice, dolce. Appena spruzzata, evaporata l’inevitabile nota alcolica iniziale, emerge il fiorito reso non stucchevole dalla presenza di una nota amara conferita dal bergamotto.

La rosa centifoglia, delicatissima in natura e il geranio bourbon ricorda per certi versi la citronella (è leggermente più dolce), sono “de-dolcificati” dal bergamotto. Cosa importante, perché a seguire emergono con una certa prepotenza il legno di sandalo, riconoscibilissimo, mixato ad altri legni dolci (gaiac, cedro, patchouli) che, se non ci fosse quella “testa” vivace renderebbero il tutto, oso dirlo, nauseante.

Infine il fissaggio (che come ho preannunciato è eccellente, sulla mia pelle), di ambra, benzoino e labdano, tre resine odorose che conferiscono il talcato speziato, molto femminile e sensuale ma, nel contempo, non invadente.

Delicatissima, la fragranza, eppure con carattere, mi ricorda per certi versi l’evoluzione (sempre sulla mia pelle) di Musk Oil di Alyssa Ashley. Dolce, quindi, ma con un sentore antico, di aromatico prezioso, che proprio il labdano deve dare.

Un mix di Medio-Oriente e piante e resine tipiche del Mediterraneo, che rende questa acqua di profumo ancestralmente, per memoria genetica, molto vicina a noi italiani.
Mi piace, e tanto, questa acqua di profumo racchiusa in un flacone in vetro marrone opaco, satinato, quasi vellutato al tatto.


Lo consiglio (gusti permettendo) un po’ a tutte le donne, e di qualsiasi età: dalla giovanissima alla signora un po’ più “agée”, senza distinzione. E senza distinzione anche per quanto riguarda la stagione: va bene sempre. Pur essendo dolce-speziato, orientale, è delicato e pochissimo invadente, perciò trova spazio per l’uso anche in estate.
Ovviamente, de gustibus ecc ecc, quindi nel caso pensiate di regalarla, informatevi sempre prima!

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Un pensiero su “Ambraliquida L’Erbolario”

I commenti sono chiusi.