bottega verde fondotinta no transfer

bottega verde fondotinta no transferBottega Verde Fondotinta No Transfer

Uno non bastava….

Immagino che molti di voi siano al corrente del fatto che si possono richiedere omaggi su Internet. Uno di questi era relativo proprio a questo fondotinta. Bastava iscriversi al sito Bottega Verde, immettere i propri dati e il regalino arrivava in tempi non meglio precisati. A un certo punto la mia amica Teresa mi dà il suo, dicendo che per lei era troppo scuro. E vabbe’, tanto il mio non lo avevo ricevuto. Bottega verde mi ha anche inviato un’email dove mi chiedeva se avessi avuto il fondotinta, e contestualmente mi si chiedeva di partecipare a un sondaggio. Ho ignorato la cosa.

Bottega Verde Fondotinta No Transfer con Estratto di Orchidea e Vitamina E


*DESCRIZIONE 

Il tubetto, bronzo chiaro perlescente con tappo a vite avorio, è da 30 ml, proprio nel formato di vendita, e mi sorprende piacevolmente, la cosa. Il colore è “BEIGE” ma, o sono io che non ricordo la corrispondenza della tinta, oppure questo beige tale non è. È molto scuro, forse troppo. Molto profumato, troppo per i miei gusti, fortunatamente la fragranza tende a scomparire col tempo. Scade dopo 12 mesi dall’apertura.

*LA PROVA

Non copre, per niente. E’ scuro, ma tanto sulla mie pelle tende a scomparire. Per avere un effetto coprente occorre applicarne una quantità decisamente considerevole, col risultato che la pelle risulta appesantita e occlusa. Appena messo ho notato quanto tende a essere lucido tanto da farmi preoccupare, per poi asciugarsi diventando opaco (a causa della considerevole quantità di siliconi presenti in formula, alcuni dei quali “volatili”).

L’ho usato per 4 giorni consecutivi, da solo per verificare meglio la tenuta, e accompagnato da cipria. col risultato che la mia pelle ha manifestato segni di comedoni e sebo ceroso incastrato in alcuni follicoli pilo-sebacei. Insomma, una zozzeria di fondotinta. Non copre le imperfezioni, occlude i pori, è denso, si applica solo a mano scaldandolo, per avere un minimo di coprenza (usato con la spugnetta umida è come non metterlo).

* E ALLA FINE L’HANNO MANDATO PURE A ME

Non solo: nel frattempo ho pure ricevuto il mio tubetto, quindi adesso ne ho ben due, e penso che finiranno nell’angolo del ciarpame, in compagnia delle altre schifezze da evitare. No transfer? Si, non tende a macchiare, ma quella quantità di silicone mi fa dire, categoricamente, che questo prodotto è da evitare nel modo più assoluto. È arrivato dentro una busta di carta rivestita con quella plastica a bolle, e c’era anche una lettera nella quale venivo invitata a collegarmi sul sito per esprimere la mia opinione sul prodotto.

* PARERE SULLA FORMULA

Un concentrato di orrori, nella formula del bottega verde fondotinta no transfer, che salta all’occhio anche dei meno esperti: glicole propilenico, 2 parabeni, PEG, grassi idrogenati.. Bottega Verde, di “verde” ha solo il nome. Mai come in questo caso tale affermazione è valida. Ci hanno infilato vitamina E, ginseng, estratto di orchidea che in mezzo agli altri ingredienti, scusatemi, ma quale azione possono svolgere? Quale beneficio possono apportare alla pelle?
Il prezzo dichiarato sul sito Bottega Verde è pari a 17,99 Euro. Mi pare esagerato, per quello che è venduto come fondotinta e che invece è una crema colorata, di pessima qualità.

*INCI* 

aqua, ciclomethicone, propylene glycol, stearyl dimethicone, cetyl peg\ppg-10\1 dimethicone, hydrogenated polyisobutene, cyclopentasiloxane, trimethylsiloxysilicate, magnesuim stearate, sodium chloride, disteardimonium hectorite, diazolidinyl urea, propylene carbonate, tocopheryl acetate, parfum, methylparaben, propylparaben, orchis mascula, hydroxyisohexyl 3-cyclohexene carboxaldehyde, alpha-isomethyl ionone, linalool, butylphenyl methylpropional, panax ginseng, camelia sinensis, citronellol.

 

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0