Shampoo Olioseta

shampoo olio seta Oro del MaroccoShampoo Olioseta

Tutta contenta un bel giorno faccio richiesta di campioni di questo shampoo Olioseta Oro del Marocco, attratta dalla presenza dell’olio di argan e di altri ingredienti efficaci sui capelli, ma non solo: si specificava l’assenza di parabeni, sles e altre schifezze cui purtroppo siamo abituati. 
Arrivati i campioni (tre bustine da 10 ml ciascuna), leggo l’INCI e rimango perplessa, perfettamente consapevole a cosa sto andando incontro. Provo comunque questo shampoo, sia senza applicare balsamo, al primo tentativo sia, la volta successiva, con applicazione di trattamento post lavaggio (mi hanno mandato pure quello). 

**4 PROVE LAVAGGIO… e me le potevo risparmiare!*** 

Apro la prima bustina, e appare uno shampoo trasparente, molto profumato. Al primo lavaggio i capelli risultano induriti, stopposi più del solito (i miei sono mossi tendenti al riccio, molto crespi e stressati). Nel secondo caso, ammorbiditi ma non troppo. Il profumo è esagerato, mi ricorda le vecchie brillantine dei nonni, a denotare la presenza di altri allergeni che sarebbe il caso di evitare. E infatti, al quarto lavaggio ho avvertito una brutta sensazione di secchezza del cuoio capelluto, con prurito. Il giorno dopo ho avuto anche un paio di pomfi pruriginosi. Cioè, le bolle in testa, che hanno formato anche delle crosticine.

Lo shampoo produce un sacco di schiuma per la presenza di tensioattivi decisamente aggressivi, per come la vedo io. L’effetto finale è la capigliatura inaridita, fin troppo. La presenza dei soliti, immancabili siliconi permette l’effetto illusorio di eliminazione delle doppie punte (letteralmente le incolla) ma sperare che queste scompaiano con uno shampoo o con un qualsiasi trattamento per capelli equivale a credere agli asini che volano.

Altra abile operazione di marketing, quindi, dietro questi prodotti che utilizzano ingredienti preziosi nel modo sbagliato, annullandone completamente l’azione positiva. Mi riferisco all’olio di argan e all’olio di semi di lino, qui presente insieme al pantenolo. Sono tutti conosciuti e ottimi, e in questo come in molti altri casi abusati.
L’argan si vende ormai come panacea per tutti i mali, e i consumatori sono indotti a credere di tutto, vedendone la presenza nei cosmetici. Invito quindi a verificare SEMPRE la presenza degli ingredienti indesiderati, cioè di quelli che annullano gli effetti positivi e che, ancor peggio, danneggiano a lungo andare pelle e annessi cutanei (oltre ovviamente a danneggiare l’ambiente per la loro tossicità). PEG, siliconi (ricordate, finiscono tutti con ONE), EDTA (qui nella forma tetra sodica).

Delle tre bustine di shampoo, una è rimasta completamente intatta. Non ho intenzione di fare ulteriori test: 4 sono stati più che sufficienti a stabilire che questo shampoo non è da promuovere.
Cosa c’è che non va, oltre i siliconi soffocanti, i PEG (la cui lavorazione spesso rilascia sostanze dannosissime) e EDTA (effetto chelante ormai noto sui metalli pesanti)?

Il produttore (Barex) specifica che l’olio di semi di lino e l’argan presenti in formula sono di derivazione organica.

***INCI A MODO MIO*** 

Al terzo posto, quindi in quantità rilevante troviamo il Cocamide DEA, tensioattivo analogo al “fratello MEA”, notissimo per essere alquanto aggressivo.
Sodium Lauryl Glucose Carboxilate, altro tensioattivo ittiotossico e sotto accusa per presunta cancerogenicità.
Hydroxyisoethyl 3-Cyclohexene Carboxaldeyde, il micidiale ingrediente noto anche come LYRAL, notissimo e pericoloso allergene. Serve a dare profumazione ai prodotti, e niente altro. Inutile, quindi (vedi bolle in testa).
Altri tensioattivi noti per la loro aggressività e potenziale allergizzante: Laureth-9, POlysorbate-20, Trideceth-12, C11-15 Pareth-7.

Il flacone di vendita è da 250 ml e costa 10 euro o poco più. Ma a questo livello compriamo un qualsiasi shampoo al supermercato, datemi retta. E forse troviamo pure qualcosa di meglio!

Distribuito da Barex, noto in ambito professionale per prodotti dedicati ai parrucchieri.

**FORMULA COMPLETA** 

Aqua/Water, Sodium Cochet Sulfate, Cocamide DEA, Disodium Laureth Sulfosuccinate, Betaine, Sodium Lauryl Glucose Carboxilate, PEG-60, Almond Glycerides, Sodium Arganamphocetate, Lauryl Glucoside, Lauryl Betaine, Panthenol, Hydrolized Silk, Glycerin, Poliquaternium-39,Amodimethicone, Linum Usitatissimum Oil/Linum Usitatissimum (linseed) Seed Oil, Phenoxyethanol, Methylsothiazolinone, Laureth-9, POlysorbate-20, Trideceth-12, Citric Acid, C11-15 Pareth-7, Tetrasodium EDTA, Hydroxyisoethyl 3-Cyclohexene Carboxaldeyde, Linalool, Sodium Chloride, Parfum/Fragrance

Bravi a usare l’argan per vendere ciarpame a prezzi assurdi, complimenti….

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1

Un pensiero su “Shampoo Olioseta”

I commenti sono chiusi.