Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Prima di procedere alla descrizione dello sterilizzatore mi preme puntualizzare quanto segue:

Comprato su Amazon, dal venditore “Planet Shop”, lo sterilizzatore ha smesso di funzionare dopo nemmeno un anno. Il led rosso non si accende più, quindi la segnalazione di avvenuta sterilizzazione è lasciata al mio buon senso. Contattati sia Amazon che il venditore, purtroppo la politica di reso è tale che io devo sobbarcarmi delle spese di spedizione per restituire l’oggetto difettoso, cosa che non intendo fare visto l’esiguo ammontare del valore dell’oggetto stesso. Vi invito a porre attenzione, se acquistate su Amazon, ai venditori e come intendono comportarsi nei confronti dei clienti. Se deciderò ci acquistare ancora su Amazon sarà mia cura evitare come la peste questo “Planet Shop“.

—————————————————

La sicurezza igienica nel mio lavoro è fondamentale. Tutto si pulisce, si sterilizza, si disinfetta. E a tale scopo abbiamo usato per anni uno sterilizzatore a pallini di quarzo che poco tempo fa ha smesso di funzionare. Succede, poco male. Ha fatto il suo lavoro egregiamente!

Usiamo fondamentalmente materiale usa e getta (lime, bisturi, bastoncini d’arancio) ma tronchesi, pinzette per le sopracciglia, supporti per i bisturi, insomma tutto ciò che non si può gettare dopo l’uso viene opportunamente trattato allo scopo di evitare possibili contagi. In ogni cabina dell’istituto ce n’è uno, nel quale sistemiamo man mano gli attrezzi che preleviamo dall’autoclave per tenerli pronti all’uso.

Attualmente  è venduto con coperchio bianco, una differenza che non cambia la sostanza.

Ma come funzionano, questi sterilizzatori?

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

I pallini di quarzo inseriti nel vano riscaldante di questo sterilizzatore raggiungono in breve tempo la temperatura di 250° C e gli strumenti inseriti vengono sterilizzati grazie all’esposizione al calore. Una volta inseriti gli strumenti si accende il tasto di avvio. I due led (rosso e verde) si accenderanno. Per arrivare alla temperatura di 250° C bisognerà attendere 12 minuti, poi basteranno 30 secondi di esposizione al calore per avere gli strumenti perfettamente sterilizzati (noterete anche che a quel punto il led verde sarà spento).

Attenzione però a non prelevarli subito dall’alloggiamento, scottano tantissimo. Altra precauzione: evitate di toccare lo sterilizzatore quando in funzione che si scalda anch’esso.

Importante è trattare gli arnesi prima di metterli nello sterilizzatore. Vanno SEMPRE puliti con liquido disinfettante (ve ne sono di appositi), poi asciugati con cura e passati autoclave. Evitate con cura di far entrare i pallini di quarzo in contatto con qualsiasi tipo di liquido, e men che meno inserirne inavvertitamente nell’alloggiamento dello sterilizzatore. Il rischio, oltre all’ossidazione dei pallini (da trasparenti diventano opachi) è che questi si possano attaccare in modo permanente agli strumenti.

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Altra raccomandazione, non usatelo per oggetti di plastica, si scioglierebbe nella stragrande maggioranza dei casi. Men che meno su lime in cartone che ovviamente prenderebbero fuoco (costano talmente poco che conviene gettarle o regalarle alla cliente sulla quale sono state usate).

Vi starete domandando come mai usiamo anche l’autoclave. Il sistema a pallini di quarzo è limitato alle punte degli oggetti: la dimensione del vano è tale che non permette l’inserimento di tutto l’oggetto da trattare. Se gli arnesi sono comunque non troppo lunghi si può chiudere il coperchio dopo aver spento e atteso che la temperatura scenda, al fine di proteggerli da polvere o quant’altro.

Utile anche in casa

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW
foglietto istruzioni

Lo trovo adatto anche per un utilizzo domestico: può infatti capitare che in famiglia possano esserci casi di contagio da micosi ungueale, tanto per dirne una: in questo caso sarebbe bene evitare di utilizzare le stesse forbicine per tagliare le unghie di tutti i componenti, ma capisco pure che averne a disposizione una per ogni persona sarebbe forse troppo esagerato. E allora potete spendere questi 20 Euro per munirvi di questo apparecchietto davvero utile.

Corredato da sole istruzioni in inglese (un semplice foglietto) facili comunque da capire. Arriva in una scatola di cartoncino contenente anche un sacchetto di pallini di quarzo. Sulla scatola sono stampate le caratteristiche tecniche (a tale scopo pubblico foto esplicativa).

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Cosa non sterilizza e non disinfetta

L’alcool, non disinfetta e men che meno sterilizza. La bollitura in acqua (100° C non riescono ad agire su tutti i microrganismi patogeni). Le sostanze clorate possono avere efficacia ma ossidano le superfici metalliche abbreviando di molto la vita a la capacità di taglio degli strumenti. Altri liquidi disinfettanti possono spellare le parti cromate e poi sono anche molto tossici (per alcuni andrebbe indossata una mascherina protettiva per evitare di aspirarne i vapori).

Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook89Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1

2 pensieri su “Sterilizzatore quarzo professionale NAIL ART NEW”

  1. Veramente l’alcool (isopropilico o alcool bianco) disinfetta discretamente bene se in unione con il benzalconio cloruro; prodotti con questi componenti hanno dimostrato la disinfezione di strumenti chirurgici prelavati in circa 10 minuti con spetto battericida, virucida, funghicida e tubercolicida .

    La sterilizzazione invece comprende pure la distruzione delle spore che resistono alla disinfezione e viene appunto solitamente eseguita in autoclave o con le sfere di quarzo.

    1. Disinfezione e sterilizzazione sono concetti ben diversi. E poi occorre tener presente l’elevata tossicità del benzalconio cloruro. Pertanto si, l’alcool disinfetta, ma non se usato da solo, come scrivi tu. Ci sono linee guida fondamentali, e a quelle bisogna attenersi, fermo restando che è bene, per tutti i professionisti del settore, usare strumenti usa e getta

I commenti sono chiusi.