Tom Ford Black Orchid

Tom Ford  Black Orchid

Tom Ford Black Orchid

Prezioso, questo profumo racchiuso in una bottiglia nera rigata con applicata una targhetta quadrata in metallo dorato che reca il nome dello stilista e del profumo stesso; attorno al collo c’è un legaccio dorato anch’esso ed è racchiusa in una scatola in cartone dorato sulla quale nome del profumo e dello stilista appare con scritta dorata dentro un quadrato nero. Bel packaging,  semplice ed elegante.

Lo stesso si può dire del contenuto, che a me personalmente ha sorpreso e non poco. Ho una sorta di prevenzione verso determinate fragranze provenienti da oltreoceano. Le ritengo, nella stragrande maggioranza dei casi, esagerate proprio come esagerati sono gli States. E invece mi sono trovata davanti a un gran bel prodotto: sensuale, lussuoso, di classe, elegante, persistente ma non invasivo, molto particolare e che si distingue dalla massa profumereccia che da qualche anno gira sugli scaffali di profumerie e affini. Sapevo che stava per essere lanciato in Italia e solo a Milano. Dato che lo avevo già provato grazie a una mia amica che se lo era procurato durante un viaggio negli USA, e sapendo che un’altra amica doveva andare a Milano, ho indossato la mia “faccia da gluteo” e le ho chiesto di procurarmene uno. Ben felice, è stata, visto che se ne è comprata una bottiglietta pure lei…

Tom Ford, stilista e regista, afferma che non c’è niente di più desiderabile di qualcosa che è al contempo irraggiungibile, ed è per questo che ha deciso di dare a questo profumo il nome “Black Orchid”, orchidea nera. La immagino, una orchidea nera, ricca di sfumature di colore, violaceo qua, bluastro là, rosso intenso in qualche punto, fiore che non esiste, ma frutto di incroci creati appositamente per realizzare l’idea di questo profumo, e che manda lampi multicolore, con i pistilli gialli e arancio, anch’essi sfumati in nero.. ecco, questo profumo è una vera e propria esplosione di colori, se ai colori si può associare un odore. A maggior ragione, la mia sorpresa, perché proprio non mi aspettavo una fragranza così sontuosa eppure portabilissima.

Animalesco, per certi versi, scatena alle mie narici una memoria olfattiva di legame alla terra, sensuale come quando ci si affondano le mani e pare di compenetrare la Natura, di tornarvi dentro. Potrebbe sembrare la descrizione di un atto sessuale, e non è così. È piuttosto un tuffo nel ventre di madre Terra, un ritorno alle origini, al “primordiale”, a ciò che è scritto nelle nostre cellule e che ci sforziamo di non capire, di accantonare.

Adatto alla sera, anche quando si è da soli, uno spruzzo di Black Orchid è capace di farmi meditare. Costa un bel po’: io possiedo il flacone da 50 ml che costa 83 Euro. esiste anche in formato da 30 (55 Euro) e da 100 ml (118 Euro). persistenza eccellente, resta sulla pelle con la sua evoluzione fino al giorno successivo, per non parlare di come rimane sui vestiti. Infatti ne spruzzo una minima quantità su un batuffolo di cotone e lo appendo nell’armadio, dentro a un sacchetto di tè svuotato del contenuto.

**PIRAMIDE OLFATTIVA ** 

Potrebbe sembrare strana la presenza del tartufo nero, ma è proprio quella, dosata sapientemente in modo da non percepirne le note caratteristiche aromatiche, a legare indissolubilmente alla Terra.

– Nota di testa
tartufo nero, ylang ylang, bergamotto ribes nero

– Nota di cuore 
legno di loto

– Nota di fondo 
patchouly, incenso, vetiver,vaniglia, legno di sandalo.

Come al solito, i gusti relativi ai profumi sono strettamente personali e soggetti anche al tipo di pelle sulla quale si applicano. Da provare, sempre, prima di decidere l’acquisto, soprattutto se si tratta di un regalo.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

2 pensieri su “Tom Ford Black Orchid”

I commenti sono chiusi.