Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

Mentre le vendite nel settore integratori alimentari raggiungono vette altissime, numerosi gli allarmi lanciati dagli Enti di controllo di mezzo mondo, così come le associazioni di medici, sull’uso sconsiderato di sostanze che, apparentemente innocue, hanno invece la capacità di creare danni spesso irreversibili.

Alcuni esempi di danni permanenti e temporanei

Uno studio condotto dall’Università di Oxford, risalente al 2002 (ma ancora valida), e una ricerca effettuata dalla Food Standard Agency inglese (FSA) sulle vitamine e i sali minerali mostrano gli effetti indesiderati derivanti dal sovradosaggio di queste sostanze:

  • Betacarotene, oltre i 7 mg al giorno può aumentare il rischio di cancro al polmone nei soggetti predisposti, nei fumatori e nei soggetti esposti alle polveri di amianto (e mi vengono in mente tutte quelle persone che vivono a ridosso delle aree dove sono presenti vecchie fabbriche in disuso, aree da bonificare ma delle quali nessuno si prende carico).
  • Manganese, superati i 4 mg al giorno possono provocare danni al sistema muscolare e nervoso, soprattutto negli anziani
  • Acido nicotinico (o vit. PP), superati i 250 mg al giorno si possono verificare danni cellulari, agli organi e ai tessuti
  • Fosforo, come l’acido nicotinico, se assunto oltre i 250 mg provoca gli stessi danni
  • Zinco, oltre i 25 mg al giorno diventa dannoso per il sistema immunitario e per l’apparato osseo, inoltre può causare anemia.
  • Vitamina B6: oltre i 200 mg al giorno può provocare perdita di sensibilità negli arti inferiori e superiori. La FSA consiglia di non assumerne più di 10 mg al giorno, se non su prescrizione medica.
  • Vitamina C, oltre i 1000 mg al giorno può indurre calcolosi, mal di stomaco, diarrea.
  • Vitamina A, in dosi superiori agli 1,5 mg al giorno può raddoppiare il rischio di fratture: oltre i 3 mg può danneggiare fegato, sistema nervoso e, in caso di gravidanza, danneggiare il feto.
  • Calcio e Ferro, superati rispettivamente i 1.500 e i 27 mg al giorno possono causare nausea, diarrea e vomito.
  • Cromo; superati i 10 mg al giorno i rischi sono legati all’aumento di casistica tumorale e danni al DNA.

Come sceglierli?

Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

È superfluo affermare che occorre affidarsi al buon senso, e a marche note. Mai come in questo caso può essere pericoloso acquistare integratori di dubbia provenienza.

Preferite quelli a carattere vegetale rispetto a quelli derivati da sintesi chimica. I vegetali sono decisamente compatibili con la fisiologia umana, e molte sostanze si possono ottenere dalla Natura, fermo restando che una corretta alimentazione non necessita di essere integrata. E non dimenticate mai che anche i vegetali possono essere fonte di danni. Socrate fu avvelenato con la cicuta, erbetta spontanea simile al prezzemolo!

Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

Non cercate il risparmio a scapito della qualità. Se si vuole risparmiare, meglio non comprarli affatto.

Evitate di prendere integratori perché un’amica li sta assumendo traendone giovamento. Ciò che va bene per lei può non andare bene per te!

Consultate il medico, sempre e, comunque, in caso di dubbi.

Leggete le etichette che, per Legge, devono riportare tutte le indicazioni sulla corretta posologia, dosaggi quotidiani, e la tabella nutrizionale. Per entrare in commercio i produttori debbono rispettare la procedura di “notifica dell’etichetta”, cioè depositare la stessa presso il Ministero della Salute che, dopo opportuni accertamenti, potrà richiedere documentazione aggiuntiva sui componenti del prodotto, componenti che verranno valutati singolarmente e in sinergia in base alle loro interazioni con la fisiologia umana. Il Ministero può anche richiedere le prove dell’adeguatezza della posologia indicata, della correttezza sui sistemi di analisi, e sulla sicurezza d’uso.

Le raccomandazioni

Se la tendenza era, fino a qualche anno fa, “più ne prendo più sto meglio” come accadeva (e per certi versi ancora accade) negli States, e con la convinzione che un’alimentazione carente e squilibrata necessitasse di essere integrata con le “pilloline magiche”, oggi c’è molta più attenzione: la frase è “ne prendo solo se ho bisogno”.

Vitamine e Integratori fanno davvero bene?

Ma quando se ne ha davvero bisogno?

Controllando se si appartiene a un gruppo a rischio di carenze nutrizionali, e sempre dopo essersi consultati col proprio medico curante, o, perlomeno, con il farmacista, col nutrizionista, con figure professionali esperte. No all’autogestione, quindi.

  1.  Soggetti stressati: la tensione nervosa consuma vitamine del gruppo B e alcuni minerali (ferro, calcio, fosforo). Aumenta perciò il fabbisogno di queste sostanze in periodi in cui è più complicato mangiare in modo equilibrato.
  2.  Adolescenti che, purtroppo, mangiano spesso cibo spazzatura, così da ostacolare i normali processi dell’accrescimento equilibrato
  3.  Fumatori e bevitori di alcolici; il fumo aumenta il fabbisogno di vitamina C, letteralmente bruciata dal tabagismo. L’abuso di alcol provoca carenze di vitamina B 12 e acido folico.
  4. Gravidanza e allattamento; le organizzazioni internazionali per la salute raccomandano l’integrazione di acido folico. Altre carenze possono manifestarsi con calcio e ferro. Affidarsi quindi al medico per tutelare la salute della donna incinta e del nascituro.
  5. Regimi dimagranti, se troppo “stretti” e soprattutto se “autogestiti” le carenze sono pressoché inevitabili. Mai come in questo caso, quindi, evitare il fai- da- te ma affidarsi a esperti nutrizionisti.
Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

2 pensieri su “Vitamine e Integratori fanno davvero bene?”

  1. Ciao, come sempre leggo articoli davvero completi e interessanti sul tema benessere. La tua recensione sulle vitamine mi ha fatto davvero pensare molto. Meglio non fare mai il ..fai da te..e non usare l’integratore che ha fatto bene ad un’amica. Ognuno ha le sue esigenze e malattie da tenere sotto controllo. Grazie e alla prossima

  2. Devo sempre prendere diversi inegratori, quindi sono davvero molto intertessata all’argomento…e devo dire che ora ne so molto di piú grazie al tuo bellissimo e utilissimo articolo é sempre un piacere leggerti ! Grazie!! 

I commenti sono chiusi.