Hennè Lush Caffè Caffè

Henné Lush Caffè Caffè

hennè Lush caffè caffè

Si presentano bene, gli henné Lush, brand che ci ha abituate ai cosmetici naturali realizzati in forme e confezioni spesso da gourmet. Fresh handmade, cioè freschi e fatti a mano, entrare in un negozio Lush è un’esperienza piacevolissima.

Questi henné li ha presentati in forma di tavoletta di cioccolato in 4 varianti di colori. Io ho scelto, consigliata dalla gentilissima ragazza del punto vendita presente a Roma vicino al Pantheon, la tonalità Caffè Caffe, adatta ai miei capelli castani.

12,50 Euro e mi porto a casa una tavoletta da 8 blocchi di tinta naturale a base di burro di cacao, henné, indigo (erba che tinge di nero), polvere di caffè, ecc ecc. In foto mostro i 4 residui.

hennè Lush caffè caffè

Le istruzioni

Mi tingo i capelli da un sacco di anni: ho iniziato per divertimento, cambiando colore spesso. Da qualche anno è iniziata la battaglia contro i capelli bianchi e ho deciso di fare solo il mio colore naturale. Ho seguito le istruzioni pedissequamente: ho sbriciolato due quadrati della tavoletta in una ciotola di ceramica resistente al calore (niente metallo come specificato da Lush).

hennè Lush caffè caffèPoi ho aggiunto acqua calda, poco per volta, fino ad ottenere una consistenza cremosa. Il tutto non è stato semplice e nemmeno breve. Pensavo che a contatto con l’acqua calda l’henné si sciogliesse più facilmente, e invece ho dovuto schiacciare col cucchiaio (di legno) i granuli più grossi contro la parete della ciotola, per parecchio tempo.

hennè Lush caffè caffèhennè Lush caffè caffè

Comunque, una volta ottenuta la crema, estremamente granulosa,  ho indossato i guanti e mantellina e l’ho applicata con le mani prima sulle radici, poi su tutte le lunghezze, impiastrandomi e impiastrando all’inverosimile il lavandino. Non ho coperto i capelli col cellophane (sulle istruzioni veniva specificato che nel caso si vogliano ottenere anche riflessi rossicci si può fare, a me non interessava) e ho atteso le 2 ore e mezza del tempo di posa sopportando anche l’odore un poco sgradevole che l’impiastro colorante produce.

hennè Lush caffè caffè

Il risultato

Lavo i capelli e, sorpresa, il colore non ha attecchito, se non leggermente. I capelli bianchi, infatti, tendono al biondiccio. Avrò forse sbagliato qualcosa? Lush dice che il colore continua a evolvere anche il giorno dopo. Si, vero. Da biondicci sono tornati perfettamente bianchi. Lush, sul sito, dice che questa specie di mappazza è in grado di coprire i capelli bianchi. I miei no, però.

Ci riprovo (testona, io…)

Passa il tempo, la tavoletta di cioccolato sta sul mobile del bagno, di tanto in tanto la guardo e vedo i miei 12,50 Euro sprecati.

Non mi voglio arrendere, riprovo. Ho tagliato i capelli, corti corti, forse sarà più semplice. Stavolta sbriciolo 1 quadrato “grattandolo” con una lama di coltello, preparo di nuovo l’impiastro, mi sporco molto meno, il lavandino ne esce quasi intatto, tengo l’hennè in posa 4 ore.

Lavo.

Mi incavolo. Definitivamente, stavolta, capisco che sto diavolo di Caffè Caffè non tinge proprio un bel niente. 12,50 Euro sprecati.

hennè Lush caffè caffè
Prima…

E però, dai, Linda, hai comunque fatto un impacco rigenerante, l’hehhè Lush contiene burro di cacao…” .

Dici, amica mia? Boh. A me i capelli non sono sembrati poi così rigenerati, soprattutto dopo la prima prova, quando ancora li avevo lunghi. Sfibrati erano, e sfibrati sono rimasti. Non mi accontento di un leggero riflesso di colore sui capelli non bianchi. No di certo.

hennè Lush caffè caffè
Subito dopo…

Si dice che non c’è due senza tre. Non vi dispiacerà se mi fermo al due, vero?

hennè Lush caffè caffè
2 giorni dopo…

La conclusione? Se, come me, avete capelli bianchi (io ne ho per circa il 20%) lasciate perdere. Sprechereste tempo e denaro, oltre al fatto che stare con sta roba umidiccia in testa per il tempo di posa richiesto può provocare anche qualche fastidiosa emicrania in chi è predisposto.

Che delusione!

Ingredienti dell’Hennè Lush Caffè Caffè

Burro di Cacao (Theobroma cacao), Indigo (Fera tinctoria), Henné (Lawsonia inermis), Caffé in polvere (Coffea arabica), Polvere di Ortica (Urtica dioica), Polvere di Muschio Irlandese (Chondrus crispus), Olio Essenziale di Chiodi di Garofano (Eugenia caryophyllus), *Citral, *Eugenol, *Geraniol, *Citronellol, *Limonene, *Linalool, Profumo (Perfume).

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

13 pensieri su “Hennè Lush Caffè Caffè”

  1. Adesso lo so che è un prodotto per chi non ha davvero bisogno di una tintura, meglio lasciar stare. E grazie ai tuoi suggerimenti.
    Erry

  2. Ciao! So che l’hennè non tinge moltissimo, ma qualcosa dovrebbe pur farla… Perché non fai il confronto con l’hennè di un altro marchio? Sinceramente amo lush per altri motivi, ma non per l’efficacia e i risultati, ahimè!

    1. Ho un po’ paura, sinceramente,,, amo Lush anche io, amo il concetto cosmetico che promuove, mi sono fidata, e ho fatto male…

  3. Anche io ho usato spesso l’henne’ se non si hanno troppi capelli bianchi copre bene e li rinforza ma ….

    1. .. ma ho fatto l’errore di fidarmi delle affermazioni sul sito Lush… dicono che li copre… giudicate voi…

  4. Vabbè, se me lo dicevi prima, ti facevo risparmiare il 12,50 assodato che l’hennè di certo non copre i capelli bianchi….sì bei riflessi rossicci, ma i capelli bianchi restano bianchi anche quando sono pochi. Figurati se sei una vecchietta canuta come me …

    1. più vecchietta di te, io.. ho fatto l’errore di fidarmi di ciò che affermano sul sito Lush, accidenti…

  5. Uh che delusione … si che bello tingersi i capelli con un prodotto completamente naturale! …. Mi sa che sotiva più effetto una tazza di caffè :) ! (Hai ragione … l’ho dedotto dalle tue foto allegate :D!) …. e poi 2 ore e mezza del tempo di posa già erano troppe …. ma 4!!!! Tenace 😀

    1. Ti dirò che con il caldo di questo periodo stare 4 ore con la testa umida non è stato terribile… ma in inverno, ne vogliamo parlare? Io eviterei …:D

  6. No, vabbe’… praticamente inutile, questa specie di hennè che non tinge i capelli! Evito di provarlo, e confesso che stavo per comprarlo. Mi ha frenata il prezzo, sinceramente, e ho fatto bene a trattenermi!

    1. Cara Lorella, se la tua necessità è coprire i capelli bianchi lascia perdere… se invece vuoi un riflessino gradevole con un impacco nutriente allora prova, ma il tutto si può ottenere spendendo molto meno (anche in termini di tempo…)

I commenti sono chiusi.