Itieli borgo umbro rinato

Itieli borgo umbro rinato

Itieli borgo umbro rinato

Ho scoperto Itieli circa due anni fa grazie a una coppia di amici. E’ un antico borgo arroccato a strapiombo su una collina, distante pochi chilometri da Narni (provincia di Terni), ad un altitudine di 582 metri, prospiciente il “Monte Censo”.

Itieli è minuscolo: si tratta, in sintesi, di un antico castello circondato da un gruppo di case antiche che stavano, fino a 40 anni fa, andando letteralmente in rovina ma, grazie alla ritrovata passione di un gruppo di persone che lì avevano le loro radici, è letteralmente nato a nuova vita.

L’affaccio dai vari lati della rocca è semplicemente spettacolare: da una parte, il morbido profilo del Monte Censo, e la veduta delle case sottostanti, dall’altro uno strapiombo da vertigine assoluta, verde perché ricco di boschi (ho appreso che si tratta della cosiddetta “Conca Ternana”).

Itieli borgo umbro rinato

Presenti e vivaci gli uliveti lungo la strada per arrivare al borgo, delimitati da muretti a secco, non appena si entra ad Itieli la prima cosa che vediamo è il cimitero, poi la parte “nuova”, con campo sportivo e le case di nuova realizzazione (pochissime) e, alzando gli occhi, lo svettare del castello e della chiesa, posti lungo la stessa via che taglia il Paese.

Itieli borgo umbro rinato

Avviandoci sulla salita che ci permette di entrare nel borgo (rigorosamente a piedi), attraverso un vicolo accediamo a una sorta di piazza terrazzata, dalla quale ci si affaccia proprio sullo strapiombo. Al di sotto già notiamo le antiche case, restaurate ma mantenute come erano, all’esterno.

A destra la chiesa di San Nicola, a sinistra la parte del castello vero e proprio, del quale è rimasto soltanto la parte muraria, esterna e, su questa via una deliziosa loggetta a terrazzino, accessibile attraverso una ripida ma breve scala, una torre campanaria ancora in funzione, che viene attivata in occasione della festa del paese che si tiene a maggio (festa dell’anello) e le cui date sono stabilite in base all’ultima domenica del mese, da quello che ho capito.

Itieli borgo umbro rinato

Si celebra proprio San Nicola, e per organizzare il tutto vengono scelti 3 “festaroli” i quali sceglieranno anche le date in cui tenerla.

Ho partecipato ad una di esse, ed è davvero come tuffarsi nell’antico: il sabato sera si assiste alla processione attorno al Monte Censo (camminamento agevole, realizzato appositamente nel verde del colle); la gente porta delle torce realizzate da ognuno dei partecipanti, con legno di pino.

Itieli borgo umbro rinato

Finita la processione (delle “indusse”, come la definiscono) i partecipanti si radunano in una piazza all’altro ingresso del borgo, a prendere il premio: delle ciambelle di pane aromatizzato all’anice fatte a mano dalle volontarie del paese, distribuite da degli uomini vestiti con abiti dell’epoca (500). E’ consuetudine lasciare che coloro che hanno partecipato alla processione vadano a prenderle per primi, ma ne fanno abbastanza per tutti, quindi non c’è rischio di non assaggiarle.

Itieli borgo umbro rinato

Il giorno dopo sfila la banda e allegramente si va in chiesa, ad assistere alla funzione religiosa, e poi tutti in piazza, stavolta quella terrazzata, a mangiare del cibo generosamente offerto da chi ha organizzato la festa, e preparato in casa dalle signore che vi abitano.

Itieli borgo umbro rinato

**NOTE STORICHE**

Documenti e ricerche storiche affermano che il castello di Itieli (Castrum Ithiulorum) già nel XII secolo era nella sfera territoriale di Narni e Terni, delle quali, già da XIII secolo rappresentava una delle linee di difesa, data la sua posizione strategica.

Itieli borgo umbro rinato

Non voglio tediarvi ulteriormente, laddove siate interessati ad approfondimenti su questo piccolo gioiello umbro, e vi troviate a transitare nei pressi, fate una deviazione e andatelo a visitare, ne vale la pena!

** COME RAGGIUNGERE ITIELI**

Statale Flaminia, o autostrada del Sole, uscita Orte, e seguire le indicazioni per Narni. Dopo pochi chilometri apparirà il cartello con l’indicazione “Itieli”.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Un pensiero su “Itieli borgo umbro rinato”

  1. non conoscevo Itieli, e siccome vado spesso in Umbria per lavoro non mancherò di visitarlo, merita una tappa!

I commenti sono chiusi.