Shampoo Verbena L’Occitane

Shampoo Verbena L’Occitane

E ora tocca anche allo Shampoo Verbena L’Occitane,  ineffabile casa cosmetica, che utilizza ingredienti vegetali rigorosamente “bio” mischiandoli al solito ciarpame inquinante, con quella che non temo di definire “contraddizione in termini”.

shampoo verbena L'Occitane

Ho già detto che tutto mi sembra solo un enorme specchietto per le allodole; utilizzare tali termini è solo un modo per attirare consumatori che sono alla ricerca di prodotti a basso impatto ambientale e sani relativamente all’uso. Molte aziende, compresa questa, vendono tali prodotti, “pseudo naturali” a prezzi decisamente alti per giustificare il ricorso alla natura e al verde. Ma abbiamo imparato che esistono molte aziende che tali parametri rispettano totalmente e che, oltretutto, non presentano prezzi folli.

Lo shampoo in questione, da me provato svariate volte (ne avrò una decina, di minitaglie) è giallino, sufficientemente denso. Forma una schiuma generosa (segno che tanto naturale non è). Lavare lava, e lascia i capelli leggermente profumati del solito strano odore appartenente alla linea. Stavolta un misto di spray per cruscotti, sapone per i piatti e qualcosa che ricorda la plastica. Effetti degni di nota non ce ne sono, sia in positivo che in negativo. I capelli non risultano particolarmente morbidi, ma nemmeno particolarmente induriti. Sulla lucentezza promessa non so che dire, io ho i capelli lucenti di mio, ma devo dire che non è stata compromessa come invece mi è accaduto con shampoo di altre marche. Ho fatto varie prove, in tal senso, sia utilizzando un balsamo, ma anche senza.

TRE DERIVATI VEGETALI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

Oltre alla verbena ci hanno messo estratto di limone, la cui azione purificante è notissima. L’aggiunta di acqua di tiglio credo serva a rendere, nell’ipotesi che questo prodotto fosse realmente naturale, ad addolcire ulteriormente la formula, rendendo questo shampoo adatto alluso frequente (quotidiano, quindi). E come sempre, devo dire la solita frase: “peccato che tutto ciò annaspi in un mare di schifezze sintetiche, dannose per l’ambiente e per la pelle.

 IL RESTO PROVIENE DA UNA PETROLIERA

La formula è lunghissima e scritta in caratteri del tipo “miniato medievale”. MI armo di lente di ingrandimento: nei primi posti quindi in quantità considerevole, che non sono affatto in linea con la naturalità e la delicatezza promessa. I soliti PEG, uniti ai siliconi e ad altri derivati del petrolio mi fanno bocciare l’ennesimo prodotto de L’Occitane, marchio cosmetico fondato dal tizio che fino al 1976 girava per i campi con furgoncino e alambicco a raccogliere erbe spontanee e a distillarle per vendere le essenze nei mercatini locali.

Il flacone è in plastica trasparente, con capsula argentata posta a chiusura del flacone, con un tappino fissato alla capsula con una linguetta sempre in plastica. Due le etichette sui lati del flacone. Il prezzo per il formato da 250 ml è pari a 14 Euro. io non ce li spenderei. A parità di ingredienti e risultati, vado al supermercato e compro altro.

**INCI  con alcune considerazioni **

NB: Gli ingredienti con due asterischi sono, come specificato sull’etichetta, di origine naturale. Quelli con uno sono da agricoltura biologica.

  • aqua/water** (e ci mancherebbe altro. Questi asterischi sono perfettamente inutili -ndr- ),
  • tea-lauril sulfate,
  • disodium laureth sulfosuccinate,
  • PEG/PPG-120/10 trimethilol propane trioleate,
  • lippia citrodoria flower extract*,
  • litsea cubera oil**(ingrediente naturale, quindi, ma non di derivazione biologica – ndr -), panthenol,
  • cocoglucoside**,
  • glyceryl oleate**,
  • sodium chloride**,
  • tocopherol,
  • PEG-120 methyl glucose dioleate,
  • laureth 2,
  • PEG-40 hydrogenated castor oil** (derivato dall’olio di ricino, quindi naturale, ma la trasformazione in PEG-40 ha fatto sì che il ricino sia stato “unito a ciarpame sintetico. Altri due asterischi sprecati – ndr -),
  • lauridimonium hydroxypropyl hydrolized wheat protein (qui hanno avuto maggior decenza, niente asterischi – ndr -),
  • PEG/PPG-14/4 dimethicone,
  • parfum/fragrance,
  • poliquaternium 7,
  • poliquaternium 10,
  • potassium sorbate,
  • sodium benzoate,
  • methylchloroisothiazolinone,
  • methylisothiazolinone,
  • benzyl benzoate,
  • citral,
  • citronellol,
  • geraniol,
  • hexyl cinnamal,
  • limonene**,
  • linalool.
Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

4 pensieri su “Shampoo Verbena L’Occitane”

  1. Usavo un sacco di prodotti L’Occitane ma mi sono informata anche io e man mano li ho abbandonati tutti. Non sono fissata con l’INCI, capisco che qualche chimica schifezza ci possa stare, ma a questo punto e visti i prezzi con i quali L’Occitane vende prodotti uguali a tanti altri che costano perlomeno la metà (se non addirittura di meno) ho deciso che la tasca ha la sua importanza!!!!

  2. Ho la bottiglietta , ma non ho avuto il coraggio di provare… trovo l’odore davvero brutto! 😀 capisco il perchè!

  3. Io ho conosciuto i prodotti di questa marca “grazie” a te, e devo dire che ne facevo anche a meno…. questo shampoo mi increspa i capelli invece di districarli

I commenti sono chiusi.