Burro vegetale Argan I Provenzali

 

Burro vegetale Argan I Provenzali

Burro vegetale Argan I Provenzali

Il burro vegetale Argan I Provenzali è amato, ma altrettanto, odiato. “Non si spalma bene, è duro, è granuloso, non profuma come la …”(segue elenco marche che sono fortemente “petrolate”).

Questi sono i discorsi che sento fare. Leggiamo perché, invece, dovremmo apprezzare cosmetici concepiti in questo modo. Le ragioni sono sostanzialmente sempre le stesse: fa bene alla pelle, e fa bene all’ambiente. Dobbiamo metterci in testa che occorre spezzare la catena che ci hanno messo al collo in anni e anni di campagne pubblicitarie tambureggianti sulla bontà di certi cosmetici. Dalla casa più a basso costo, fino ad arrivare a quelli che chiamo “marchi nobili” che vendono schifezze a suon di decine e decine di Euro. A voi la scelta se continuare a essere vittime di questi “inquinatori” venditori di illusioni, o se iniziare ad usare prodotti di questo tipo. 

Descrizione – packaging

Il vaso, basso e bianco opalizzato, è contenuto in una scatola di cartone recante disegni arabeggianti e la scritta “cosmetico biologico certificato” e anche “idratante corpo ad azione tonificante” oltre che “100% biodegradabile“. Su un lato della scatola campeggia la scritta “le garanzie di una certificazione severa“, e l’elenco di tali certificati che attestano la reale provenienza biologica. Si riferiscono a quello rilasciato dalla più severa organizzazione Europea, o almeno tale è ritenuta, ossia il CCPB, con sede a Bologna. Altre indicazioni e immagini: il coniglietto della LAV.
Il prodotto è testato al nichel, al cobalto e al cromo, privo di conservanti o ingredienti di derivazione sintetica o petrolata, parabeni e vegetali OGM. 

La confezione contiene anche il foglietto illustrativo, con la descrizione di tutta la linea all’Argan e ulteriori specifiche sulle varie certificazioni. Se volete leggerle, vi consiglio di andare sul sito ufficiale de I Provenzali, dove troverete tutte le informazioni in merito.

Burro vegetale Argan I Provenzali

Il prodotto

L’argan è un preziosissimo olio ricavato da una pianta rara, coltivata solo in Marocco (i falsi circolanti sono purtroppo molti). Ma questo burro non contiene solo olio di argan. Vedremo in seguito come e cosa hanno inserito, a formare un’ottima sinergia di principi attivi ad alta compatibilità cutanea. 


La consistenza è realmente quella di un burro, fondente e, in questo caso appare granulosa, come è normale. Girando il vaso al contrario non accadrà mai di veder colare giù il prodotto proprio per la sua eccezionale compattezza. Compattezza che rende l’utilizzo del burro non gradito a tutti. Ma come consiglio sempre, in questi casi, basta prenderne una piccola quantità, lasciare che fonda grazie al calore delle mani e procedere all’applicazione sulle zone dove si ha maggior necessità di nutrimento. Come per magia (ma magia non è, è una normale reazione termica) il prodotto si ammorbidirà e spalmarlo sarà semplice. 

Certamente non ha la consistenza di una crema “normale”, e certamente non lascia la pelle completamente asciutta subito dopo l’uso. Nutre, protegge e restituisce alla pelle stressata le componenti idrolipidiche perdute, per esempio, dopo una prolungata esposizione ai raggi solari o al freddo, come pure a elementi chimici (anche un banale prodotto detergente, se non accuratamente scelto, priva giorno dopo giorno la pelle delle sue difese).


Il profumo a me personalmente piace, perché è naturale. Molto meglio di quello di prodotti sintetici, sicuramente più olezzanti ma meno benefici. Se fa bene, non mi interessa molto questo aspetto, ed è così da sempre. Certo, se puzzasse di stallatico avrei delle remore, ma in questo caso la fragranza sa di pulito e soprattutto non perdura a lungo sulla pelle, fatto che potrà convincere anche le persone più riottose a un’eventuale prova. 

burro argan I provenzali

Come lo uso

Nonostante la specifica scritta sulla scatola, “trattamento corpo”, uso il burro vegetale Argan de I Provenzali per il decolleté, che necessita di cure appropriate soprattutto dopo una certa età, per il collo, e per generosi impacchi sul viso prima di andare a dormire, dopo aver pulito la pelle. Questo trattamento intensivo lo faccio una volta a settimana. Durante la stagione estiva lo uso come doposole, sempre per il viso per le doti intrinseche le doti intrinseche dei componenti inseriti nel prodotto, tutti ad azione lenitiva, cicatrizzante e dermoplastica (dermoplasticità = capacità di una molecola di ristabilire la giusta “forma” cellulare). La pelle del mio viso ben tollera il prodotto, che però potrebbe risultare troppo ricco per chi ha problemi di eccesso di secrezione sebacea. In questo caso non usatelo sul viso, ma solo sul corpo. Nutrizione garantita!

Allunghiamo la vita ai prodotti

L’assenza praticamente totale di conservanti pone il burro vegetale Argan I Provenzali a forte rischio irrancidimento, pertanto è consigliabile conservarlo in frigo, così da preservarne le caratteristiche e allungare quella che è la data di scadenza segnalata sulla confezione: 6 mesi dall’apertura.


Un altro consiglio, che vale per tutti i prodotti così confezionati, è quello di
prelevarli con l’ausilio di una spatola ben pulita (ma va bene pure un qualsiasi altro utensile), evitando di tuffarci le dita. La nostra pelle traspira, è quindi ovvio che, giorno dopo giorno, inseriamo nei prodotti quantità di sudore che certamente non contribuisce al loro bene. E cerchiamo, se non vogliamo usare utensili, di lavarci bene le mani, perlomeno questo. I batteri sono in agguato, e rischiamo di contaminare i prodotti. Superfluo aggiungere il consiglio di chiudere bene il barattolo dopo ogni utilizzo.


La critica

Ho da ridire sulla scelta del nome: Burro vegetale puro di argan. Non è puro, visto che in formula sono presenti altri ingredienti: alcuni per allungare la vita del prodotto, d’accordo, altri per modificarne l’odore, e va bene, ma la presenza di altri “grassi” cosmetici attivi (jojoba, karitè, cocco) avrebbero dovuto indurre I Provenzali a maggior attenzione verso i consumatori. Sarebbe stato meglio scrivere “burro vegetale CON argan“.

INCI

° ARGANIA SPINOSA OIL , olio di argan, di derivazione biologica. I suoi effetti sono stra-conosciuti: restitutivo, antiage, nutriente, idratante, cicatrizzante, protettivo 

° BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER: burro di karité, pianta africana dai cui semi si estrae questa preziosa sostanza usata da sempre dalle tribù africane per curare ferite e altri malanni. Ha le stesse proprietà dell’olio di argan. Conferisce al prodotto, insieme ad altri ingredienti, quella tipica consistenza burrosa.

° COCOS NUCIFERA OIL: olio di cocco, detto anche “copra”, proprietà umettanti e diluenti, concorre a formare il profumo delicato senza essere invadente (si percepisce appena) 

° SIMMONDSIA CHINENSIS OIL: olio di jojoba, assimilabile alle cere, antiossidante, protettivo, non comedogenico 

° CERA ALBA: cera d’api, serve a dare ancora più solidità al prodotto. Innocua sulla pelle, forma anche una specie di velo che protegge la pelle dalla disidratazione. Va opportunamente dosata, nell’ordine non superiore al 15% (dipende dalla forma dell’emulsione, se O/A o A/O). In questo caso, vista la posizione in INCI e la struttura del prodotto, credo di poter dire QUASI con certezza che siamo nell’ordine del 7-8%. 


° PARFUM: al solito, parfum non meglio definito, ma sappiamo che tale dicitura può significare anche che si è ricorsi ad aromi di derivazione naturale. E siccome una delle scritte sulla scatola recita “profumato con essenza naturale al 100%”, cercherò di fidarmi di quanto affermato. 

° TOCOPHEROL: vitamina E, con funzione antiossidante, anti – invecchiamento, protettrice delle membrane cellulari. Inoltre previene l’irrancidimento del cosmetico.

° LINALOOL, LIMONENE, GERANIOL, CITRONELLOL, CITRAL: infine, i soliti allergeni del profumo, ai quali vi invito a porre attenzione solo nel caso in cui siate soggetti allergici, altrimenti stiamocene tranquilli perché non sono dannosi.

Se l'articolo ti è piaciuto puoi condividerlo 🙂Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0

2 pensieri su “Burro vegetale Argan I Provenzali”

  1. Adoro il burro di Argan dei provenzali ma adesso che leggo la tua critica ci sono rimasta male… hai ragione, da vendere…

  2. Sai che hai ragione sulla critica che muovi al nome del prodotto? Io avevo realmente pensato che fosse a base di solo argan…

I commenti sono chiusi.